LOENARDO E IL BATTILORO 

XXV edizione di Artigianato e Palazzo

2019

In occasione del 500° anno dalla morte di Leonardo da Vinci, per la XXV edizione di Artigianato e Palazzo, la Mostra Principe ha il titolo “Leonardo e il battiloro”.

L’esposizione è dedicata al percorso storico dell’antica azienda fiorentina Giusto Manetti Battiloro, fondata nel 1820, che ha fatto della combinazione di tecnologie modernissime e della tradizionale produzione artigianale la chiave del proprio successo nel mondo. Ma è in effetti da oltre 15 generazioni che la famiglia Manetti produce - a Firenze - la foglia d’oro vero e d’argento vero, nel rispetto della propria mission aziendale: Tradizione, Qualità, Etica e Innovazione. 

Il percorso espositivo, ambientato all’interno della Limonaia piccola di Giardino Corsini, mostra ai visitatori l’antica tecnica, in parte tutt’ora in auge, di lavorazione della foglia d’oro ripercorrendo le fasi del processo produttivo che parte da un lingotto d’oro fino a raggiungere una foglia sottilissima, dello spessore di pochi decimi di micron. Una produzione attenta e meticolosa, con oltre venti controlli di qualità e una fusione a oltre 1.000 gradi di temperatura per la durata complessiva di 10 ore di lavorazione. Si ottiene un prodotto finito che ha le caratteristiche necessarie per le più diverse applicazioni nell’arte della doratura dal restauro di monumenti, alla decorazione di complementi d’arredo, architetture antiche o contemporanee in tutto il mondo.

In occasione della XXV edizione di Artigianato e Palazzo, Manetti Battiloro ha inoltre riprodotto integralmente, con materiali originali ed una lavorazione totalmente manuale, secondo l’originale disegno di Leonardo presente nel Codice Atlantico, l’antica macchina nota con il termine di Macchina per Battiloro; una macchina pensata per una delle attività economiche più importanti del tempo, capolavoro di ingegneria meccanica, impiegata per la produzione di lamine da sbalzo, usate per la foglia d’oro ma anche per medaglie e monete.