Firenze da competizione. Ermini racing cars.

foto Antonello Serino_1533.jpg

E’ Palazzo Medici Riccardi la location selezionata per la realizzazione della mostra Firenze da competizione promossa dal Camet (Club Auto Moto d’epoca Toscano), Cmef (Club Moto d’epoca Fiorentino) e la Commissione Cultura dell’Asi. In mostra, con accesso gratuito dal 1 al 26 settembre 2019, gli esemplari (auto e moto) prodotti nel capoluogo toscano.

La mostra, inaugurata alla presenza della Vicesindaco di Firenze Cristina Giachi, è patrocinata dal Comune di Firenze. Once ha curato l’allestimento.

Foto: Antonello Serino Redazione Met



La Capannina di Forte dei Marmi festeggia i 90 anni

cover.jpg

Resa celebre dalle frequentazioni del jet set internazionale, la Capannina di Franceschi raggiunge il primato di locale più longevo d’Europa.

Presentazione del libro La Capannina di Franceschi - da Achille Franceschi a Gherardo Guidi. 90 anni di un mito. Una pubblicazione con oltre 130 fotografie e documenti che ripercorrono i primi 90 anni di questo storico locale simbolo della riviera versiliese.

Volume edito da Gruppo Editoriale, a cura di Gianluca Tenti e promosso da Once.

Programma speciale di eventi - Pitti Immagine Uomo n.96

IMG_1891.jpg

10 Giugno 2019: un tributo alla città e alle origini del Made in Italy come espressione di successo internazionale. Il Centro di Firenze per la Moda Italiana, in collaborazione con la Camera di Commercio ed il Comitato Oltrarno Promuove 2.0, dedica la serata di inaugurazione di Pitti Immagine Uomo n.96 a Firenze e ad i suoi ospiti internazionali. Nella ricorrenza del 500° anniversario di Caterina e Cosimo I de’Medici, via Maggio e via Tornabuoni sono unite da un percorso di arredo urbano, bandiere e stendardi a simboleggiare lo stretto legame tra mestieri artigiani e moda. Questi ultimi riproducono i tessuti rinascimentali selezionati in collaborazione con il Museo del Tessuto di Prato.

La contemporaneità del messaggio di unione viene ulteriormente ribadita con un momento di spettacolo sul Ponte Vecchio, ponte simbolo della città: per esaltare la tradizione orafa fiorentina e le storiche aziende orafe che lo vivono, il Ponte è ricoperto da un tappeto d’oro sul quale va in scena la scenografia di Huma Show.

Ulteriore elemento di sorpresa della giornata di inaugurazione è lo spettacolo di fuochi d’artificio e fontane danzanti lungo il tratto fluviale tra Ponte Santa Trinita e Ponte alla Carraia: effetti speciali, giochi pirotecnici e zampilli d’acqua per uno show di intensa spettacolarità.

Once ha curato l’evento.

Leonardo e il battiloro - XXV edizione Artigianato e Palazzo

Schermata 2019-05-22 alle 12.57.35.png

In occasione della XXV edizione di Artigianato e Palazzo, Giusto Manetti Battiloro mette in scena la meraviglia dell’oro, il talento degli artigiani che lo lavorano e il genio di Leonardo da Vinci, di cui quest’anno si celebra il cinquecentesimo anniversario dalla morte. Questa arte nobile e antica - ben documentata già nell’antico Egitto e nelle civiltà greco-romane - raggiunse nella Firenze rinascimentale la sua massima importanza. Basandosi sui disegni del Codice Atlantico, la famiglia Manetti - che da quindici generazioni tiene alto nel mondo il nome di Firenze e dei suoi artigiani - ha voluto rendere omaggio all’intuizione del Maestro, ricostruendo la sua celebre macchina: un capolavoro di ingegneria meccanica pensato per la produzione di lamine da sbalzo usate sia per la foglia d’oro che per medaglie e monete.

L’esposizione, che ha costituito la Mostra Principe di questa edizione di Artigianato e Palazzo, ha mostrato al grande pubblico i segreti e le meraviglie di un mestiere che da migliaia di anni produce bellezza. In scena dunque il complesso processo produttivo che in dieci ore di lavorazione porta l’oro (fuso a oltre 1000 gradi) ad assottigliarsi progressivamente fino a diventare sottile e leggero come una piuma, oltre ad artigiani intenti a dorare legno e stucchi, elementi architettonici e arredi.

Giusto Manetti produce a Firenze la foglia d’oro impiegata nei più prestigiosi edifici del mondo, da Versailles al Museo Ermitage; dal Cremlino alla Chiesa del Santo Sepolcro; dal Rockefeller Building alla Fondazione Prada.

Once ha curato la direzione artistica e la realizzazione della mostra.

Le Sette Meraviglie della Toscana

MIDA_Mostre-8.jpg

Le Sette Meraviglie della Toscana è il titolo della mostra allestita presso l’area della Polveriera della Fortezza da Basso in occasione della 83a Mostra Internazionale dell’Artigianato. Il progetto, ideato e realizzato da Once, ha raccolto adesioni importanti da parte dei più alti esponenti dell’Artigianato artistico di livello internazionale che producono sul territorio regionale. Once ha sviluppato una ricerca per andare ad individuare le gemme preziose del territorio, capaci di unire la conoscenza delle antiche tecniche di lavorazione ad elementi di design e artigianato contemporaneo, svelando così la ricchezza tipica dei piccoli tesori - dove l’artigianato diventa arte.

Un viaggio alla ricerca dell’arte del saper fare. Al centro del percorso espositivo c’è la Materia - sintetizzata in alabastro, bronzo, ceramica, ferro, marmo, oro, tabacco - che dialoga con la Natura del paesaggio toscano. E’ la Mano dell’Uomo però la vera protagonista, capace di plasmare, modellare, elaborare e interpretare la visione dell’Artigianato artistico, frutto del lavoro, della tradizione e della passione che viene tramandata attraverso intere generazioni. E con essa la Mente, che accompagna il pensiero nella cornice di un’ideale Agorà, che vuole essere un invito alla scoperta di queste meraviglie e agli appuntamenti che popoleranno le Botteghe della Polveriera.

Un’esperienza visiva e di relazione, a stretto contatto con i Maestri artigiani provenienti da Carrara, Pietrasanta, Scarperia, Montelupo Fiorentino, Empoli, Firenze, Campi Bisenzio, Volterra e Lucca, con elementi pregiati e autentiche opere d’arte.

VISTA FINALE 16-9_LOGO_1.JPG

Italy - Twilight Skylines from Police helicopters, Ho Chi Minh, Vietnam

PHOTO-2019-05-08-10-19-48.jpg

Ho Chi Minh City, Vietnam. E’ questa la seconda tappa della mostra fotografica del fotografo Massimo Sestini Italy - Twilight Skylines from Police helicopters.

L’Italia come mai vista prima in Vietnam. L’Italia dall’alto, con i suoi incredibili paesaggi, è il soggetto della suggestiva mostra “ITALY – Twilight skylines fron Police helicopters” esposta dall’8 Maggio alla fine di luglio sia a Ho Chi Minh City che a Hanoi. Una selezione di dieci foto esposte nell’aeroporto saigonese, il più trafficato del paese con quasi 24 milioni di passeggeri nel solo terminal nazionale, sino al 20 maggio. L’esposizione completa sarà installata presso il Reverie Saigon Hotel fino alla fine di giugno, a cavallo delle celebrazioni della Festa della Repubblica italiana a Ho Chi Minh City. Le foto saranno quindi trasferite nella capitale Hanoi, dove resteranno esposte sino alla fine di luglio.

La mostra è stata inaugurata dal Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale, Enzo Moavero Milanesi, in occasione della sua visita in Vietnam, presso il terminal delle partenze nazionali dell’aeroporto Tan Son Nhat di Ho Chi Minh City. Insieme al Ministro Moavero, anche l’Ambasciatore d’Italia in Vietnam Antonio Alessandro, il Console Generale a HCMC Dante Brandi e rappresentanti delle autorità cittadine e della società di gestione aeroportuale ACV.

Italy - Twilight Skylines from Police helicopters è organizzata dall’Ambasciata d’Italia a Hanoi e dal Consolato Generale d’Italia a Ho Chi Minh City nel quadro del programma di promozione integrata “Vivere all’italiana” finanziato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale. L’iniziativa è resa possibile dalla collaborazione tra il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale e la la Polizia dello Stato, con il patrocinio del Ministero dell’Interno. L’esibizione in Vietnam conterà sul supporto organizzativo di Once-Extraordinary Events, ACV – Airport Corporation of Vietnam e Reverie Saigon Hotel.

ITALY-TWILIGHT SKYLINES FROM POLICE HELICOPTERS, Moscow, Russia

©MASSIMO SESTINI/ Polizia di Stato

©MASSIMO SESTINI/ Polizia di Stato

Le foto di Massimo Sestini dagli elicotteri della Polizia di Stato in mostra a Mosca, 12-24 marzo 2019.

Alla presenza dell'Ambasciatore d'Italia, Pasquale Terracciano, verrà inaugurata il 12 marzo presso il Museo MAMM (Multimedia Art Museum) di Mosca, la mostra “ITALY – Twilight skylines fron Police helicopters” realizzata con gli scatti fotografici di Massimo Sestini, già vincitore del World Press Photo. 

Il fotografo, in occasione della realizzazione degli scatti per la Polizia di Stato, volando con i modelli AgustaWestland AW139 e AB212 di Leonardo-Finmeccanica impiegati dalla Polizia, ha immortalato i paesaggi dell'Italia, un'ora dopo il tramonto o un'ora prima dell'alba. Le immagini esposte mettono insieme, in un orizzonte di luce di suggestiva bellezza, le meraviglie d’Italia, unica per varietà ed armonia.
Il progetto, nato dalla volontà di mettere a disposizione del grande pubblico la visione di un’Italia mai vista, è un unicum a livello internazionale. Gli scatti consentono al visitatore di scoprire le meraviglie di un Paese che spaziano dalla grandi città ai centri della cultura, dal litorale alle Alpi.

Nata grazie alla disponibilità manifestata dall'Ambasciata d'Italia a Mosca, dalla collaborazione tra il Ministero degli Affari Esteri e la Polizia dello Stato, con il patrocinio del Ministero dell’Interno, l'esposizione delle fotografie di Massimo Sestini è realizzata a cura di Once-Extraordinary Events, con il supporto dell'Istituto Italiano di Cultura a Mosca e grazie al contributo di Enit – Agenzia Nazionale del Turismo, Pirelli, Leonardo, UniCredit Bank Russia e MacCoffee.

Uk-Italy: Lezioni di moda sostenibile

GREAT_for_partnership official.jpg

In occasione di Pitti Uomo 95, conferenza su invito organizzata dal Department for International Trade (DIT) ed il Consolato Britannico di Milano. Tre dei più affermati brand di moda del Regno Unito (Burberry, Stella McCartney e Vivienne Westwood) e due stilisti pluri-premiati Bav Tailor e Christopher Raeburn parlano del loro approccio alla sostenibilità e al lavoro etico. Con l’intervento di HM British Ambassador to Italy and San Marino, Jill Morris.

Stefano Ricci: Christmas Party

d8a28d1d-22f0-4b98-b460-a1a0477cf1f3.jpg

Come da tradizione, da oltre dodici anni, il Natale bussa in anticipo alla porta della celebre maison fiorentina Stefano Ricci. Gli oltre 750 ospiti, dipendenti dell’azienda, sono stati accolti al Padiglione delle Nazioni - Fortezza da Basso - sulle note di “White Christmas” e “Jingle Bells” con lo sfondo di una vera giostra di fine Settecento.

Tra gli invitati anche Natasha Stefanenko e, conduttrice d’eccezione della serata, la nota imitatrice Gabriella Germani.

Once ha curato la realizzazione dell’evento.

Passione senza fine

0009_236899_4440825.jpg

Una due giorni in onore del cinema italiano, della musica e del fashion system ospitata a Firenze, nella culla del Rinascimento.

Firenze ha ospitato a prima edizione del progetto “Passione Senza Fine” progetto a cura della compagnia inglese Hagan Network.

Filo conduttore della serata, un doppio tributo: al Maestro Franco Zeffirelli e ad un Grande della musica classica italiana, Luciano Pavarotti. 
Parte dei ricavati generati dalla serata saranno donati alla Fondazione Luciano Pavarotti per sostenere un importante progetto: l’apertura nel 2019 di un’Accademia per giovani voci emergenti.

Il Cuore di Firenze

0001_236831_4439405.jpg

Una serata magica in occasione di un nobile scopo: donare alle scuole fiorentine defibrillatori. Oltre mille persone hanno accolto l’invito di contribuire a questa causa. Per loro, una cena spettacolare all’ombra di uno dei monumenti simbolo della nostra città: il Duomo.

Il progetto è promosso dalla Misericordia di Firenze, Montedomini, la Compagnia del Bigallo, la Fondazione Santa Maria Nuova Onlus, l’Istituto degli Innocenti; con il patrocinio della Regione Toscana, del Comune di Firenze, dell’Arcidiocesi di Firenze, dell’Opera di Santa Maria del Fiore e della Camera di Commercio di Firenze.

Once ha coordinato l’iniziativa.

Per scoprire di più: https://www.ilcuoredifirenze.org/

"Totò Metà-fisico": presentazione fotoreportage, Capri

cover.png

L'anteprima nazionale dell’iniziativa “Totò Metà-Fisico” si è tenuta a Capri, presso il Tiberio Palace, dove è stato presentato il volume scritto da Antonello Buffardi de Curtis (nipote del Principe della risata), con le fotografie di Massimo Sestini e il contributo del giornalista e scrittore Gianluca Tenti.

Il libro, pensato come fotoreportage, è un viaggio lungo la Penisola alla ricerca delle tracce che ancora oggi testimoniano la forza del messaggio di Totò. Murales, luoghi dedicati, pensieri di vip e gente comune. Una selezione di trenta scatti d’autore che ci ricordano l’unicità del messaggio di Antonio de Curtis.

Edito da Gruppo Editoriale, sarà nelle librerie dal prossimo mese di settembre. L’anteprima nazionale si è tenuta al Jacky Bar del Capri Tiberio Palace alla presenza, oltre agli autori, di Raffaele Leone (Direttore di Panorama, che distribuirà il 9 agosto in tiratura limitata il volume come regalo dell’estate) e di Gianluca Isaia (Presidente di Isaia & Isaia SPA).

Once, che ha curato il lancio del volume, ha sviluppato il contest “Totò Locator” invitando tutti gli amanti di Totò a segnalare i luoghi dove più forte è il ricordo del Principe

(scopri di più su: www.totoprincipe.com). 

Volume di 96 pagine, stampato su raffinata carta uso mano, include anche un’anticipazione sul prossimo progetto editoriale “I tre nonni”, nel quale Antonello Buffardi De Curtis svela i segreti di casa e le sue esperienze al fianco di Carlo Ludovico Bragaglia e del grande Totò. 

PITTI UOMO 94: FIRENZE HOMETOWN OF FASHION

Hometown of Fashion 2018 (75).jpg

Antivigilia del salone moda Uomo al Complesso di Santa Maria Novella in occasione della cena di gala offerta dal Centro di Firenze per la Moda Italiana per stampa e buyer. Maxifoto e filmati della mostra dedicata al rapporto appassionato tra moda e calcio: “FANATIC Feelings _ Fashion Plays Football”. Cena di gala placè nel chiostro grande dell’ex Scuola dei Carabinieri.

Once ha coordinato l'evento.

Restauro del dipinto "I giocatori di carte" di Bartolomeo Manfredi

227731_0002_4286594.jpg

Obiettivo raggiunto (e superato): il quadro «ferito» è stato curato. «I giocatori di Carte» di Bartolomeo Manfredi - distrutto dell’esplosione della bomba ai Georgofili, il 27 maggio 1993 – è stato restituito alla città. E’ la conclusione, a 25 anni dalla strage, della campagna di raccolta fondi «Cultura contro terrore» promossa nel giugno 2017 dal Corriere Fiorentino, Gallerie degli Uffizi e Ubi Banca per il restauro del dipinto. Con la cifra raggiunta, 26.527.50 euro (il traguardo prefissato a 22.212 euro), grazie alla generosità di quanti hanno contribuito, è stato possibile restaurare anche la cornice e realizzare una pubblicazione, in collaborazione con l’editore Mandragora, per raccontare la storia di questa impresa.

Il quadro, al termine dei lavori per il Corridoio Vasariano, tornerà nel luogo in cui si trovava la notte della bomba.

Dalla bomba al restauro

La tela di Manfredi che era appesa di fronte alla finestra sulla torre dei Georgofili, con l’esplosione della bomba fu strappata dai vetri distrutti dal tritolo. Subito dopo l’attentato, fu messa in sicurezza e ricoperta con carta velina e così è rimasta per 24 anni. Ora, grazie alle nuove tecnologie disponibili, quasi ogni frammento tra quelli recuperati dopo l’attentato, ha ritrovato il suo posto. E ha ripreso forma la scena di vita quotidiana del 1600 che raffigura un gruppo di giovani uomini, seduti in un’antica locanda intorno a un tavolo di legno, mentre giocano a carte. Una testimonianza viva che porterà per sempre le cicatrici di quella notte.

Progetto a cura di Once.

Crazyrun 6

IMG_5673.jpg

Crazyrun è un'avventura della durata di 2 giorni che si svolge attraverso un percorso di regolarità a tappe all'interno del territorio Italiano, con partenza ed arrivo in Toscana. In un mondo dove tutto è perfettamente regimato da navigatori GPS ed agende elettroniche, Crazyrun si pone l'obiettivo di riportare i partecipanti a vivere emozioni dimenticate come, semplicemente, perdersi.

L'intero evento è suffragato da una sana passione per i motori e per il lifestyle che porta i teams iscritti a toccare mete esclusive e ricercate.

Once ha coordinato l'evento di arrivo a Piazzale Michelangelo.

Firenze Hometown of Fashion

IMG_3493.jpg

Cena inaugurale della 93a edizione di Pitti Uomo voluta dal Centro di Firenze per la Moda Italiana. Duecento invitati, tra stampa estera e nazionale, istituzioni e vip. Una location d'eccezione: la Sala Bianca di Palazzo Pitti. Luogo simbolo del Made in Italy. Tra i candidi stucchi settecenteschi e gli undici lampadari in cristallo di Boemia, cinque tavoli imperiali. 

L'occasione: ribadire ancora una volta il legame tra cultura e cultura della moda. Ospite d'onore il Maestro Roberto Capucci, che sfilò proprio in Sala Bianca nel 1951.

Once ha curato l'evento.

Stefano Ricci Christmas Party

_X2A3023.jpg

Menù natalizio come nella migliore tradizione, alberi addobbati, trionfi di luci, la slitta, la casa di Babbo Natale, tanta neve e oltre 300m2 di pista di pattinaggio sul ghiaccio. Siamo alla cena di Natale della celebre maison fiorentina Stefano Ricci, evento che si ripete da oltre dieci anni.

Una magia che si è svelata, per gli oltre 700 invitati, nel padiglione Sala delle Nazioni alla Fortezza da Basso.