Media

Le Sette Meraviglie della Toscana

MIDA_Mostre-8.jpg

Le Sette Meraviglie della Toscana è il titolo della mostra allestita presso l’area della Polveriera della Fortezza da Basso in occasione della 83a Mostra Internazionale dell’Artigianato. Il progetto, ideato e realizzato da Once, ha raccolto adesioni importanti da parte dei più alti esponenti dell’Artigianato artistico di livello internazionale che producono sul territorio regionale. Once ha sviluppato una ricerca per andare ad individuare le gemme preziose del territorio, capaci di unire la conoscenza delle antiche tecniche di lavorazione ad elementi di design e artigianato contemporaneo, svelando così la ricchezza tipica dei piccoli tesori - dove l’artigianato diventa arte.

Un viaggio alla ricerca dell’arte del saper fare. Al centro del percorso espositivo c’è la Materia - sintetizzata in alabastro, bronzo, ceramica, ferro, marmo, oro, tabacco - che dialoga con la Natura del paesaggio toscano. E’ la Mano dell’Uomo però la vera protagonista, capace di plasmare, modellare, elaborare e interpretare la visione dell’Artigianato artistico, frutto del lavoro, della tradizione e della passione che viene tramandata attraverso intere generazioni. E con essa la Mente, che accompagna il pensiero nella cornice di un’ideale Agorà, che vuole essere un invito alla scoperta di queste meraviglie e agli appuntamenti che popoleranno le Botteghe della Polveriera.

Un’esperienza visiva e di relazione, a stretto contatto con i Maestri artigiani provenienti da Carrara, Pietrasanta, Scarperia, Montelupo Fiorentino, Empoli, Firenze, Campi Bisenzio, Volterra e Lucca, con elementi pregiati e autentiche opere d’arte.

VISTA FINALE 16-9_LOGO_1.JPG

ITALY-TWILIGHT SKYLINES FROM POLICE HELICOPTERS, Moscow, Russia

©MASSIMO SESTINI/ Polizia di Stato

©MASSIMO SESTINI/ Polizia di Stato

Le foto di Massimo Sestini dagli elicotteri della Polizia di Stato in mostra a Mosca, 12-24 marzo 2019.

Alla presenza dell'Ambasciatore d'Italia, Pasquale Terracciano, verrà inaugurata il 12 marzo presso il Museo MAMM (Multimedia Art Museum) di Mosca, la mostra “ITALY – Twilight skylines fron Police helicopters” realizzata con gli scatti fotografici di Massimo Sestini, già vincitore del World Press Photo. 

Il fotografo, in occasione della realizzazione degli scatti per la Polizia di Stato, volando con i modelli AgustaWestland AW139 e AB212 di Leonardo-Finmeccanica impiegati dalla Polizia, ha immortalato i paesaggi dell'Italia, un'ora dopo il tramonto o un'ora prima dell'alba. Le immagini esposte mettono insieme, in un orizzonte di luce di suggestiva bellezza, le meraviglie d’Italia, unica per varietà ed armonia.
Il progetto, nato dalla volontà di mettere a disposizione del grande pubblico la visione di un’Italia mai vista, è un unicum a livello internazionale. Gli scatti consentono al visitatore di scoprire le meraviglie di un Paese che spaziano dalla grandi città ai centri della cultura, dal litorale alle Alpi.

Nata grazie alla disponibilità manifestata dall'Ambasciata d'Italia a Mosca, dalla collaborazione tra il Ministero degli Affari Esteri e la Polizia dello Stato, con il patrocinio del Ministero dell’Interno, l'esposizione delle fotografie di Massimo Sestini è realizzata a cura di Once-Extraordinary Events, con il supporto dell'Istituto Italiano di Cultura a Mosca e grazie al contributo di Enit – Agenzia Nazionale del Turismo, Pirelli, Leonardo, UniCredit Bank Russia e MacCoffee.

Uk-Italy: Lezioni di moda sostenibile

GREAT_for_partnership official.jpg

In occasione di Pitti Uomo 95, conferenza su invito organizzata dal Department for International Trade (DIT) ed il Consolato Britannico di Milano. Tre dei più affermati brand di moda del Regno Unito (Burberry, Stella McCartney e Vivienne Westwood) e due stilisti pluri-premiati Bav Tailor e Christopher Raeburn parlano del loro approccio alla sostenibilità e al lavoro etico. Con l’intervento di HM British Ambassador to Italy and San Marino, Jill Morris.

Passione senza fine

0009_236899_4440825.jpg

Una due giorni in onore del cinema italiano, della musica e del fashion system ospitata a Firenze, nella culla del Rinascimento.

Firenze ha ospitato a prima edizione del progetto “Passione Senza Fine” progetto a cura della compagnia inglese Hagan Network.

Filo conduttore della serata, un doppio tributo: al Maestro Franco Zeffirelli e ad un Grande della musica classica italiana, Luciano Pavarotti. 
Parte dei ricavati generati dalla serata saranno donati alla Fondazione Luciano Pavarotti per sostenere un importante progetto: l’apertura nel 2019 di un’Accademia per giovani voci emergenti.

PITTI UOMO 94: FIRENZE HOMETOWN OF FASHION

Hometown of Fashion 2018 (75).jpg

Antivigilia del salone moda Uomo al Complesso di Santa Maria Novella in occasione della cena di gala offerta dal Centro di Firenze per la Moda Italiana per stampa e buyer. Maxifoto e filmati della mostra dedicata al rapporto appassionato tra moda e calcio: “FANATIC Feelings _ Fashion Plays Football”. Cena di gala placè nel chiostro grande dell’ex Scuola dei Carabinieri.

Once ha coordinato l'evento.

Restauro del dipinto "I giocatori di carte" di Bartolomeo Manfredi

227731_0002_4286594.jpg

Obiettivo raggiunto (e superato): il quadro «ferito» è stato curato. «I giocatori di Carte» di Bartolomeo Manfredi - distrutto dell’esplosione della bomba ai Georgofili, il 27 maggio 1993 – è stato restituito alla città. E’ la conclusione, a 25 anni dalla strage, della campagna di raccolta fondi «Cultura contro terrore» promossa nel giugno 2017 dal Corriere Fiorentino, Gallerie degli Uffizi e Ubi Banca per il restauro del dipinto. Con la cifra raggiunta, 26.527.50 euro (il traguardo prefissato a 22.212 euro), grazie alla generosità di quanti hanno contribuito, è stato possibile restaurare anche la cornice e realizzare una pubblicazione, in collaborazione con l’editore Mandragora, per raccontare la storia di questa impresa.

Il quadro, al termine dei lavori per il Corridoio Vasariano, tornerà nel luogo in cui si trovava la notte della bomba.

Dalla bomba al restauro

La tela di Manfredi che era appesa di fronte alla finestra sulla torre dei Georgofili, con l’esplosione della bomba fu strappata dai vetri distrutti dal tritolo. Subito dopo l’attentato, fu messa in sicurezza e ricoperta con carta velina e così è rimasta per 24 anni. Ora, grazie alle nuove tecnologie disponibili, quasi ogni frammento tra quelli recuperati dopo l’attentato, ha ritrovato il suo posto. E ha ripreso forma la scena di vita quotidiana del 1600 che raffigura un gruppo di giovani uomini, seduti in un’antica locanda intorno a un tavolo di legno, mentre giocano a carte. Una testimonianza viva che porterà per sempre le cicatrici di quella notte.

Progetto a cura di Once.

Gherardo Guidi "Così ho sedotto la notte"

Copertina - Guidi.png

Dal 1929 la Capannina è il locale cult per antonomasia. È il più antico indirizzo notturno tuttora attivo. Dal 1977 alla sua guida c’è l’imprenditore Gherardo Guidi, Grande Ufficiale della Repubblica, che oggi ripercorre per la prima volta la propria storia professionale iniziata all’alba degli anni 60 nella città natale di Castelfranco di Sotto (Pisa). Il suo è un lungo racconto autobiografico che accompagna il lettore alla riscoperta di generi musicali, mode e stili, attraverso testimonianze inedite e ricordi comuni a intere generazioni: il volume Così ho sedotto la notte,  è la storia stessa del divertimento danzante del Bel Paese. Una storia che inizia con la capacità, più unica che rara, di portare nella provincia pisana i primi mostri sacri dello spettacolo, da Mike Bongiorno a Gino Paoli. Un percorso che tocca la Versilia del 1970, al Carillon di Marina di Pietrasanta con le gemelle Kessler, approda a Firenze al dancing “I Tigli” dove la provocazione porta i nomi di Renato Zero e Amanda Lear, conquista il pubblico bene del capoluogo toscano con il Regine frequentato dai nobili e campioni dello sport, prima di regalare serate indimenticabili nella Bologna dei cantautori. Ma è il 1977 l’anno della svolta: proprio nel momento in cui la famiglia Guidi rileva la Capannina, esplode la disco music. Nel locale che storicamente ha ospitato i nomi più grandi dello spettacolo internazionale, torna Ray Charles. In un rapido crescendo Forte dei Marmi torna ad essere il faro della notte, il tutto mentre Gherardo Guidi si assicura anche un altro mito della Versilia: la Bussola di Focette.

Il volume, edito da Polistampa, con prefazione affidata a un dialogo tra il giornalista Enrico Salvadori e Carlo Conti, postfazione firmata da Jerry Calà e testo raccolto dal giornalista e scrittore Gianluca Tenti, è stato presentato alla stampa il 18 luglio con successiva presentazione/evento in Capannina.

Schermata 2017-09-11 alle 11.45.09.png

Forte dei Marmi: la presentazione della serata è stata affidata al celebre conduttore Gigi Marzullo.
La serata è iniziata con l'arrivo degli ospiti accolti da una esposizione di vetture storiche ( Lancia Aprilia Cabriolet 1937 Cisitalia 202 1946 e la celebre spider Lancia Aurelia B24 Cabriolet 1958), prima del loro ingresso sul red carpet. 
Al termine della presentazione la famiglia Guidi ha voluto consegnare un riconoscimento ad alcuni degli ospiti presenti: una stella in cristallo con indicato "Amico della Capannina".
Tra i premiati:
Francesco Carrassi, Direttore la Nazione ed. Firenze, Paolo Ermini, Direttore Corriere fiorentino, Luigi Vicinanza, Direttore Il Tirreno, Gigi Marzullo, Alessandro Sallusti Direttore Il Giornale. 

Concorso d'Eleganza "Alla Corte dei Medici"

DSC_0073.JPG

Una tre giorni dedicata agli esemplari più affascinanti delle auto d'epoca. Oltre trenta modelli in gara. Firenze ha accolto così la seconda edizione del Concorso d'Eleganza per autovetture storiche Alla Corte dei Medici ospitato in piazza Pitti dal 30 giugno al 2 luglio. 

Dopo il grande successo di pubblico riscontrato per la prima edizione della manifestazione, che ha visto trionfare la Talbot Lago T 150 Special, per questa edizione, e per la prima volta dopo oltre un secolo, sabato 1 luglio è stata riproposta l’ antica tradizione fiorentina de l' Infiorata o Corso dei Fiori. Il 14 maggio 1903, in occasione della visita in città del re Vittorio Emanuele III e della Regina Margherita, fu organizzato un Concorso d’Eleganza per automobili molto particolare: i concorrenti dovevano infatti ricoprire le vetture con coloratissimi fiori provenienti dai loro giardini privati e sfilare davanti al Palco Reale. E così, nei giorni 30 giugno e 1 luglio, una giuria di specialisti, composta da Marco Makaus - Giudice Internazionale Concordi d'Eleganza e speaker ufficiale Mille Miglia, Elisabetta Cianfanelli - Presidente CDLM Fashion System Design, Hidemoto Kimura - Organizzatore del Concordo d'Eleganza di Kyoto e Alexander Djordjevic - fondatore delle 24 Hours of Elegance di Belgrado, ha valutato le vetture iscritte al concorso sulla base di parametri estetici, tecnici e dinamici.

La sera del 1 Luglio, un momento di ulteriore festa. Si è celebrata infatti la IX edizione di “Firenze Sotto le Stelle” un corteo di oltre cento vetture storiche degli Associati del Camet con design dagli anni 30 agli anni 80 che hanno sfilato in piazza Pitti.

https://www.concorsodeleganzafirenze.it

Palazzo Pitti: Effimero e Meraviglia

Il Centro di Firenze per la Moda Italiana rinnova il proprio legame con Palazzo Pitti invitando buyers, media e ospiti internazionali, offrendo gratuitamente lo show dei Sonics a tutta la città. Cornice dell’evento ufficiale di preapertura del 92° Pitti Immagine Uomo è stata, ancora una volta, piazza Pitti. “Meraviglia Water and Flames” il titolo dello spettacolo preparato, appositamente per l'occasione, dai Sonics, una delle più importanti compagnie di teatro acrobatico che si esibisce in tutto il mondo: Videoproiezioni sull'acqua, effetti speciali, fontane danzanti, coreografie aeree e musica hanno incantato una piazza gremita da oltre 5000 persone.

Per i 200 ospiti del Centro Moda, la preview del Museo Effimero della Moda in Palazzo Pitti e a seguire, in collaborazione con Galateo Ricevimenti, un Gala Dinner sulla Terrazza Rondò di Bacco.

Once ha ideato e curato l'evento.

 

"Wonder Florence" - opening Les Petits Joueurs store - Via de'Tornabuoni

Ha inaugurato, in via Tornabuoni n.6, il primo flagship store di Les Petits Joueurs, marchio di borse di lusso tutto Made in Florence.

L'opening, atteso come un evento a sorpresa, ha colorato e contaminato la città. Migliaia di palloncini coloratissimi, carrozze con cocchieri in tight e, per concludere, una cena privata per buyers e stampa presso la Biblioteca Magliabechiana - Gallerie degli Uffizi.

L'evento è stato ideato e curato da Once.

Palazzo Pitti: Sounds and Lights

Serata ufficiale di pre-inaugurazione del 90° Pitti Immagine Uomo. Un concerto di dodici pianoforti in linea dell'ensemble Piano Twelve e Assolo del Maestro Giovanni Allevi. Il Centro di Firenze per la Moda Italiana ha voluto celebrare così l'atto di donazione della nuova illuminazione della facciata di Palazzo Pitti.

In collaborazione con Ice - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, Mise - Ministero dello Sviluppo Economico e Pitti Immagine Uomo. Il Centro Moda ringrazia in particolare Unicredit.

Evento a cura di Once.

Natale è...l'Oltrarno

Firenze riscopre l'anima vera del Natale. Dalle mostre d'arte moderna e contemporanea ai percorsi alla scoperta delle botteghe artigiane, dai momenti ludico-ricreativi per bambini agli aperitivi a tema, fino ai classici canti di Natale, alle opere liriche e al gospel: è un calendario denso di appuntamenti per tutte le età, quello che dall'8 dicembre al 6 gennaio ha animato l'Oltrarno per l'iniziativa "Natale è...l'Oltrarno", promossa dal Comune di Firenze e dalla Camera di Commercio di Firenze, con il patrocinio della Regione Toscana e il contributo finanziario di Camera di Commercio; l'iniziativa è stata ideata da "Oltrarno Promuove 2.0" ulteriori informazioni: www.nataleafirenze.it 

L'agenzia Once ha creato la grafica dell'evento, coordinato tutte le attività di comunicazione e di ufficio stampa dell'iniziativa.

IL PAPA A FIRENZE

In occasione della visita del Santo Padre per il 5° Convegno Ecclesiale Nazionale, su proposta di Once, in collaborazione con l'Arcidiocesi di Firenze e l'Antico Setificio Fiorentino, ha realizzato la mitria e le casule che il Papa, ed i concelebranti, hanno indossato in occasione della celebrazione della Santa Messa allo Stadio Artemio Franchi.

Amici del Prontosoccorso

Once ha curato l'organizzazione del Gala-Dinner che si è svolta presso il Tepidarium del Roster al Giardino dell'Orticoltura in occasione della fondazione della ONLUS "Amici del Pronto Soccorso" volta alla raccolta di fondi per l'acquisto di nuovi macchinari destinati al primo soccorso. Durante il corso della serata condotta da Gaetano Gennai, sono intervenuti attori come Niki Giustini, Graziano Salvadori e la Compagnia delle Seggiole.

 

One night in Santa Croce

In occasione dell'inaugurazione di Pitti Immagine Uomo 88, il Centro di Firenze per la Moda Italiana con il supporto del Ministero per lo Sviluppo Economico e ICE - Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, in coproduzione con il Comune di Firenze, ha proposto un omaggio del mondo della Moda agli ospiti internazionali di Pitti Uomo. Per l'occasione, due formazioni di "Vecchie Glorie" selezionate dall'Associazione 50 Minuti si sono sfidate in campo sotto il nome di Guelfi e Ghibellini, riproponendo la storica partita giocata dai fiorentini il 17 febbraio 1530 in segno di scherno e sfida alle truppe di Carlo V che assediavano la città. Il Corteo della Repubblica Fiorentina, composto da oltre 500 figuranti tutti in abiti rinascimentali, ha accompagnato l'inizio dei festeggiamenti. A seguire, due momenti conviviali: il primo lungo via Magliabechi dedicato ai figuranti ed ai calcianti; l'altro, presso il Chiostro della Basilica di Santa Croce, dedicato agli ospiti internazionali.

Once ha curato l'organizzazione dell'evento, gestito i rapporti tecnico-burocratici con le istituzioni coinvolte, curato la realizzazione del materiale grafico, gestito le liste in collaborazione con Pitti Immagine, coordinato la selezione dei fornitori ed ha curato l'allestimento ed il servizio catering per le due cene.

 

 

Antony Gormley: HUMAN

Dopo i grandi successi riportati dalla mostra di Zhang Huan “L’Anima e la Materia – Soul and Matter” nel 2013 e dalla mostra di Giuseppe Penone “Prospettiva Vegetale” nel 2014, il Forte di Belvedere riapre al pubblico con una nuova mostra di arte contemporanea: “Human” di Antony Gormley.
La mostra, promossa dal Comune di Firenze, curata da Sergio Risaliti e Arabella Natalini, è stata organizzata da Associazione Mus.e con il supporto di Galleria Continua di San Gimignano e White Cube.

Il grande artista londinese ha voluto per Firenze una mostra che ha previsto una contaminazione del Forte di Belvedere con oltre cento opere e ad ingresso gratuito per tutti.
26 Aprile - 27 Settembre 2015.

Once ha curato le relazioni con le istituzioni coinvolte, ogni aspetto logistico e di realizzazione del progetto espositivo ed ha gestito l'area bar e gli eventi collaterali.


450 anni dell'Accademia delle Arti del Disegno

Il 20 marzo 2014 si è tenuta, presso la prestigiosa sede istituzionale dell’Archivio di Stato di Firenze, la conferenza stampa di presentazione della mostra “Da Michelangelo alla contemporaneità. Storia di un primato mondiale. 450 anni dell’Accademia delle Arti del Disegno” ideata dall’Accademia delle Arti del Disegno in coproduzione con Archivio di Stato e Accademia di Belle Arti di Firenze.

La mostra ha ripercorso i 450 anni di storia dell’Accademia delle Arti del Disegno con oltre 150 opere in esposizione attraverso cui i visitatori hanno potuto ammirare l’evoluzione artistica dell’idea stessa di disegno; da Michelangelo Buonarroti, uno dei due primi accademici insieme a Cosimo I de’Medici, sino ai più contemporanei. Ma il 2014 è anche il 450° anniversario, oltre che della fondazione dell’Accademia, proprio della morte del Buonarroti. Volontà principale della mostra è stata quella di approfittare di questa doppia ricorrenza per raccontare ai visitatori “le tappe di una costante attività artistica e culturale che, nel 1563, ha avuto origine a Firenze”. Prima mostra a raccogliere insieme materiali provenienti dalle due Accademie fiorentine: l’Accademia delle Arti del Disegno e l’Accademia di Belle Arti. Le oltre 150 opere, attraverso l’esposizione di veri e propri tesori, hanno raccontato una storia straordinaria: Vasari, Galileo Galilei, Canova, Morandi, De Chirico sono solo alcune delle prestigiose firme esposte all’Archivio di Stato.

L’agenzia Once, in questa occasione di alto profilo culturale, si è occupata dell’organizzazione della conferenza stampa di presentazione della mostra curandone l'attività di comunicazione.